La fragilità feconda

share on:

 

Nel 2014 la Fondazione Cariplo ha emanato il bando “Welfare in azione - welfare di comunità e innovazione sociale” con l’intento di promuovere sperimentazioni sostenibili di welfare comunitario capaci di attivare risposte più efficaci, efficienti ed eque e, al contempo, in grado di innescare processi partecipati con il coinvolgimento della società e dei cittadini.

L’Associazione Diakonia Onlus, in qualità di capofila, con la partnership di Associazione Disabili Bergamaschi, Auser provinciale, Uildm e i Comuni dell’Ambito territoriale 1 (Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone) hanno partecipato al bando con il progetto “La fragilità feconda” che ha ottenuto un finanziamento di 200.000 euro.

Gli operatori e i volontari UILDM nel 2015 hanno effettuato 18 incontri così suddivisi: con l’operatore di quartiere del proprio territorio 1, con il gruppo di lavoro 9, presso Fondazione Cariplo di Milano 1, presso il Consorzio Sol,co. 1, presso il centro Sociale di Valtesse 1, con i rappresentanti istituzionali 4, con la Cabina di regia 1. Compito specifico della UILDM è stata l’assunzione di un operatore di quartiere attraverso Sol.co Città aperta per cui abbiamo ricevuto dalla Fondazione (tramite l’Associazione Diakonia) il finanziamento di 15.000 euro come esposto nel bilancio d’esercizio chiuso al 31.12.2015.

I lavori della Cabina di regia e l’elaborazione degli indicatori per il monitoraggio, insieme a Codici (realtà individuata da Fondazione Cariplo a tal fine) sono stati seguiti dal volontario Ivan Cortinovis; agli incontri con gli operatori di comunità e a quelli riguardanti gli sviluppi del SUW (Sportello unico welfare) ha partecipato la dipendente Olivia Osio.

Per info: o.osio@distrofia.net

Ritratto di admin

Margaret

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut at vulputate sem, at efficitur nibh. Aliquam sit amet nulla vel ipsum ornare commodo a a purus